admin

Novità su voluntary disclosure e anatocismo bancario

anatocismo bancario

Pervenuti alcuni chiarimenti in materia fiscale dopo alcune interrogazioni parlamentari rivolte ai responsabili del Ministero dell’economia e delle Finanze.

Sulla voluntary disclosure, dopo una interrogazione presentata dal deputato Sel Giovanni Paglia, si è venuti a conoscenza dell’esatto numero delle istanze presentate (in particolare per la voluntary disclosure sono state presentate 14.118 e che visto il ritardo con il quale è stato pubblicato il d. lgs. n 128 del 2015 probabilmente altre istanze verranno prodotte).

Ricordiamo infatti che il d. lgs n. 128 del 2015 ha chiarito la disposizione in materia di raddoppio dei termini di accertamento. Riguardo la possibilità di prorogare il termine di adesione alla procedura (fissato alla data del 30 Settembre 2015 dalla legge n. 186 del 2014) è stato precisato che non è prevista alcuna ipotesi di proroga del termine allo stato attuale.

Rimborsi fiscali a vittime del terremoto

In merito ai rimborsi fiscali da destinare ai contribuenti vittime del terremoto siciliano è stato ribadito che i contribuenti (sia lavoratori dipendenti che titolari di partita iva) non potranno avere alcun rimborso in quanto la Commissione Europea del 14 Agosto ha qualificato come incompatibile con il mercato interno l’aiuto di Stato destinato a tali soggetti.

Alla data del 9 Settembre sono state inviate oltre 183 mila istanze di rimborso per un importo di oltre 193 milioni di euro richiesti. Sono stati erogati rimborsi in seguito a sentenze definitive a 109 contribuenti per un importo di circa 631.000 euro. Al riguardo è stato puntualizzato che al fine di pagare i rimborsi dovuti non è necessario un apposito decreto in quanto le somme da stanziare sono già state stanziate in un apposito capitolo di spesa.

Norma contro l’anatocismo bancario

L’articolo 120 comma 2 del Testo unico bancario ha infine disposto un meccanismo di tutela del debitore prevedendo una norma per contrastare l’anatocismo su conti correnti, conti di pagamento e carte di credito.

Per maggiori informazioni www.fiscosemplice.com

No Comments, Be The First!

Your email address will not be published.